Inserisci articolo Article Marketing

Inserisci comunicato stampa Gratis

Targhe storiche. È come tornare un po’ indietro nel tempo!

Guardando le targhe storiche sembra di attraversare, come in una macchina del tempo, le varie epoche che, riportando il pensiero a certi periodi, fanno anche rivivere le emozioni e gli stati d’animo legati a quella fase della vita. Navigando nel sito internet targhestoriche.it e guardando tutte le alternative e le possibilità che questi artisti delle targhe producono, viene davvero voglia di ordinarne una.

Se sei un appassionato d’auto d’epoca ed hai una targa rovinata e desideri cambiarla, o se, in un ambiente particolare la vuoi utilizzare come un quadro o come un oggetto in stile per la tua casa puoi scegliere tra le diverse alternative presenti sul sito. L’azienda, presente ormai a livello nazionale già dal 2006, vuole raccontare, tra le altre cose, la storia d’Italia. Sono, infatti, disponibili diversi tipi di targhe che riportano a diversi periodi storici. Presso di loro è possibile trovare targhe decorative e storiche per moto, auto ed autoveicoli, ma anche targhe agricole e targhe per rimorchio oltre a una serie considerevole anche di accessori. Proviamo, insieme, a fare un po’ la storia d’Italia attraverso le targhe storiche.

Periodo storico dal 1932 al 1976 targhe d’epoca

Nell’anno 1932 in Italia venne introdotto, sia per moto che per auto, un nuovo tipo di targa. Le regole di allora stabilirono che mentre per le auto ci doveva essere solo un cambio materiale di targa senza rinnovare il numero che le rappresentava, per le moto c’era necessità di una nuova immatricolazione. Le targhe erano a fondo nero con la sigla della provincia e il numero seriale tutto rigorosamente in bianco. Nella targa anteriore numero e sigle delle città venivano posizionate su una riga, mentre per quella posteriore, ovviamente di grandezza superiore, erano utilizzati due righi.

Periodo storico dal 1976 al 1984 targhe commemorative

In questa fase le targhe anteriori sia di auto che di moto restano immutate, mentre la targa posteriore è organizzata attraverso due elementi distinti tra loro. Questi andavano montati l’uno accanto all’altro o l’uno sopra l’altro (nel caso della provincia di Roma che andava scritta per intero). In relazione al colore c’è da dire che il fondo della targa restava sempre nero, con il numero seriale scritto in bianco; cambia la sigla della targa che rappresenta la provincia che viene fatta nel colore arancione.

Periodo storico dal 1985 al 1994 targhe storiche

In questo periodo storico c’è una vera e propria rivoluzione sia per quanto riguarda la la moto che per ciò che concerne l’auto. Il fondo della targa diventa di un bianco riflettente per dare maggiore visibilità, mentre la scritta diviene nera. Le dimensioni della targa posteriore non sono molto più grandi di quelle dell’anteriore: sigla della provincia di riferimento e numero seriale dell’auto sono sovrapposte.

Periodo storico dal 1994 al 1999 targhe decorative

La grande rivoluzione di questo periodo è legata all’emissione centralizzata perché non esiste, nella targa, nessuna divisione territoriale; in altre parole spariscono dalle targhe delle auto le sigle delle province. Nella parte posteriore sono presenti sulla stessa riga due caratteri dell’alfabeto, tre caratteri numerici e altri due alfabetici. Nella zona anteriore e con un formato leggermente più piccolo si ritrova la medesima cosa. In entrambi i casi la base è di color bianco riflettente, mentre i numeri sono rigorosamente neri.

Periodo storico dal 1999 ad oggi targhe auto e targhe moto

Il sistema centralizzato tipico del periodo precedente resta inalterato, tuttavia l’aspetto delle targhe cambia in maniera considerevole. Il fondo resta bianco e la scritta dei numeri e delle lettere restano nere. Al lato compaiono delle strisce azzurre: a sinistra le stelle dell’Unione Europea con il simbolo I dell’Italia colorato in bianco. Sulla striscia azzurra di destra si trova la sigla della provincia di appartenenza.

Conclusioni

Quelli riportati sono soltanto degli esempi di ciò che è possibile trovare presso questa azienda. C’è disponibile molto di più. Dovete soltanto cercare quello che vi sembra più adatto a voi e che risponde maggiormente alle vostre esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Segnala Sito Gratis | Segnala Azienda Gratis | Inserisci Azienda Gratis | Directory Gratis | Segnala Sito Gratis | Segnala Azienda Gratis | Inserisci Azienda Gratis | Directory Gratis | Article Marketing | Inserisci Articolo Gratis | Pubblica Articolo Gratis | Inserisci Comunicato Stampa Gratis