Article Marketing Italiano

Inserisci comunicato stampa Gratis

Qual è l’età giusta per portare un bambino dal dentista

Molto delicata una visita medica in età pediatrica. Infatti il modo in cui saranno sottoposti a visita i bambini le prime volte, influenzerà il rapporto del futuro paziente con i medici e le scienze mediche.

Importante è soprattutto il rapporto che si crea tra il personale e i piccoli pazienti, che dovrebbe essere il più confidenziale possibile, fino ad arrivare ad instaurare un clima anche piacevole tra il bambino e lo specialista.

Difficile ancora di più il rapporto con il dentista per i pazienti in tenera età: l’aspetto serioso dell’ambiente dello studio dentistico, gli strumenti poco rassicuranti come il trapano per la bocca, rendono la visita dal dentista poco invitante, e non solo per i bambini.

Scegliere in particolare un dentista per bambini specializzato, permetterà di far trovare a loro agio i nostri figli, sia nel trattamento da lato umano, sia per gli arredi e l’ambiente che andranno a sperimentare.

In centri specializzati ben organizzati, abbiamo specialisti dentisti per gli adulti, affiancati dal servizio dentistico per i bambini proposto da dentisti pediatrici.

Un bambino disponibile rende la visita molto meno difficile, e ciò consente di non dover ricorrere ad anestetici per sedarlo.

L’uso degli anestetici, sarebbe da sconsigliare proprio perché il corpo dei giovanissimi pazienti non reagisce bene a certi farmaci.

In ogni caso, recarsi più volte in uno studio dentistico permette di evitare problemi anche sottovalutati dai genitori.

La visita dentistica è un ottimo ammonimento inoltre, per ricordare sempre ai bambini l’igiene corretta dei denti. Cosa da effettuarsi quotidianamente.

Nei primi anni di vita, per una caduta, un dente di un bambino può spezzarsi per poi rompersi completamente.

Vi sono in aggiunta problemi noti dei denti, come le carie, problema molto frequente nei piccoli, data sia la scarsa igiene orale sia l’alimentazione fatta di molti cibi ricchi di zuccheri.

Delle volte nei bambini è necessario intervenire con un distanziatore, che permette nel caso il bambino abbia perso un dente da latte, di riuscire a mantenere lo spazio necessario per la crescita del dente permanente in futuro.

Si consiglia il primo controllo per un bambino dal dentista già dal primo anno vita, uno specialista in odontoiatria per bambini.

Età pediatrica a rischio è quella dei tre anni.

Il bambino a quest’età si nutre di molti carboidrati e zuccheri, ed è poco capace nel lavarsi i denti con lo spazzolino: in questa fase le visite vanno ripetute ogni quattro mesi.

E’ evidente che in tutte queste sedute sia lo specialista che il personale devono riuscire ad instaurare un rapporto di autentica fiducia nei bambini che visitano, ponendo le basi per farli sentire tranquilli nelle ore delle visite. Servono soprattutto empatia e pazienza, doti che al dentista per bambini non devono mancare assolutamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Segnala Sito Gratis | Segnala Azienda Gratis | Inserisci Azienda Gratis | Directory Gratis | Segnala Sito Gratis | Segnala Azienda Gratis | Inserisci Azienda Gratis | Directory Gratis | Article Marketing | Inserisci Articolo Gratis | Pubblica Articolo Gratis | Inserisci Comunicato Stampa Gratis