Article Marketing Italiano

Inserisci comunicato stampa Gratis

I velivoli senza pilota per uso amatoriale

Quello dei UAV è un flusso che negli ultimi anni ha avuto una forte crescita.
I droni sono dei sistemi a pilotaggio remoto che presentano un numero variabile di eliche che ruotano in senso orario e antiorario. Questi apparecchi sono comandati a distanza tramite app per smartphone o trasmittenti appositi.
Hanno differenti dimensioni e sono destinati a vari tipi di utilizzo. Sul sito web DroniProfessionali.org puoi confrontare modelli per divertirsi e modelli da lavoro.

A prima vista possono sembrare solo prodotti ludici ma vi sono anche modelli per professionisti evoluti con videocamera integrata, usati come strumento di lavoro in vari ambiti.
I droni presentano oltre alle eliche altri componenti: ci sono vari sensori (accelerometri, giroscopi, bussola e in alcuni modelli il GPS) che permettono al drone di capire dove si trova, un numero variabile di motori, un controllore di velocità, un trasmettitore e nei modelli di fascia alta una fotocamera.
In commercio troviamo modelli professionali con prezzi che variano da qualche centinaia di euro fino a superare il migliaio, quindi prima di comprarne uno bisogna sapere quali sono le necessità dell’utente.




Al momento della scelta di un quadricottero di fascia alta vanno valutate alcune specifiche:

fotocamera: al momento di noleggiare un modello di fascia alta, è importante valutare il tipo di telecamera integrata, la qualità di foto e video e il tipo di stabilizzazione applicata all’immagine. I droni leggeri sono meno stabili mentre sono in aria e quindi anche la videocamera deve essere poco pesante. I droni accessoriati oltre avere un sistema di stabilizzazione della videocamera, hanno un apparecchio chiamato Gimbal che mantiene la telecamera allineata garantendo una maggiore stabilità delle immagini. Questi modelli inoltre sono in grado di gestire la telecamera in maniera indipendente rispetto al mezzo.

software: I quadricotteri sono basati su elettronica e software di gestione. Il software è collocato al centro del dispositivo, e è in grado di registrare e rielaborare i dati dei vari sensori, definire la potenza corretta e la velocità di rotazione e spinta in modo che il velivolo va come si deve.

durata della batteria e prestazioni: i droni hanno una autonomia che va dai 10 ai 30 minuti per carica. All’aumentare del peso del drone diminuisce l’autonomia della carica. La capienza della batteria è stimata in mAh (milleampere/ora).Bisogna considerare che una batteria più capiente ha un peso più alto che va a influenzare sul tempo di volo. In genere le batterie che forniscono una maggiore durata vanno dai 680 mAh ai 5350 mAh.

Gps e funzionalità automatiche: i quadricotteri con sistema Gps sono in grado di capire dove stanno e dove devono andare, rendendoli prodotti stabili e molto sicuri da utilizzare. Sono dotati di sistemi di trasmissione foto e riprese a lungo raggio in full hd, attraverso questa funzione possono fare in mentre volano molte acrobazie. In alcuni droni è installata anche la funzionalità con pilota automatico e i droni più avanzati possono seguire l’utente in maniera automatica.
il controllo: i quadricotteri in base a come sono usati hanno un diverso raggio d’azione. Quelli pilotati con Bluetooth hanno un raggio d’azione di 10-20 metri, quelli con rete Wi-Fi hanno un raggio d’azione massimale di 50 m e quelli pilotati con radiofrequenza raggiungono una distanza massima che varia in base al modello. Per comandarli attraverso Bluetooth e Wi-Fi è possibile usare delle applicazioni per smartphone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Segnala Sito Gratis | Segnala Azienda Gratis | Inserisci Azienda Gratis | Directory Gratis | Segnala Sito Gratis | Segnala Azienda Gratis | Inserisci Azienda Gratis | Directory Gratis | Article Marketing | Inserisci Articolo Gratis | Pubblica Articolo Gratis | Inserisci Comunicato Stampa Gratis