Article Marketing Italiano

Inserisci comunicato stampa Gratis

Come si esegue lo spurgo dei termosifoni

I tuoi termosifoni non rendono più come una volta? hai notato che hanno perso efficienza? il problema potrebbe essere facilmente risolvibile e la cosa più bella è che potresti essere tu a risolverlo senza alcun aiuto, senza creare danni e sopratutto senza spendere neanche un centesimo.

Almeno che non vi siano perdite oppure la caldaia non sia rotta bisogna procedere con lo spurgo dei termosifoni in modo da eliminare l’aria in eccesso ed eventuali scorie. I termosifoni rappresentano sicuramente uno dei migliori confort per le nostre case e non vanno assolutamente trascurati, pertanto ti consigliamo di ricordare bene questo tipo di manutenzione in quanto ti sarà utile nel corso degli anni e potrai farla senza alcun aiuto.

Con i consigli dei tecnici di Idraulico Milano siamo riusciti a fornire una breve guida.

Spurgo termosifoni: fase iniziale

La prima cosa da fare è quella di spegnere la caldaia, in modo che essa non si accenda e spenga in continuazione durante il proseguo del lavoro, che se fatto bene dovrebbe durare poco con una resa esaustiva.

A questo punto individua la valvola di scarico, durante la fase di installazione dell’impianto sicuramente ti hanno detto qual’è se così non fosse essa si trova esattamente sul lato opposto della valvola di accensione dei termosifoni.

Adesso bisogna aprire al massimo tutte le manopole dei termosifoni cominciando da quello più vicino alla caldaia per poi ovviamente finire a quello più lontano.

Fase di spurgo dei termosifoni

A questo punto devi recarti presso la valvola di sfogo che abbiamo individuato nella fase iniziale ed aprirla gradualmente facendo fuoriuscire tutta l’aria.

Adesso devi recarti vicino la caldaia e controllare la pressione della stessa per accertarti che sia tra due e tre bar. In questo caso puoi procedere con la riattivazione dei termosifoni e godere del calore accogliente della tua casa.

Controllo e termine dello spurgo

Il l lavoro è ormai terminato e sicuramente avrai notato una certa miglioria nel funzionamento dei termosifoni, ma se vogliamo davvero portare a termine il tutto bisogna procedere con un rapido controllo ma nello stesso tempo molto efficiente.

Con il palmo della mano perlustra meticolosamente tutta le superficie dei tuoi termosifoni controllando che il calore sia omogeneo, Pertanto ti consiglio di cominciare da quello più vicino alla caldaia per poi arrivare all’ultimo. Qualora dovresti riscontrare delle parti fredde non devi assolutamente preoccuparti in quanto bisogna solo ripetere l’operazione di spurgo dei termosifoni che grazie ai nostri consigli potrai fare in pochissimi minuti.

Un altro problema che potresti riscontrare dopo aver finito lo spurgo dei termosifoni è quello di ritrovarti con poca pressione, e che la lancetta della caldaia segna meno di un bar. Anche questo problema è facilmente risolvibile tramite l’apposita chiusura a farfalla posta sotto la caldaia. Imposta la pressione tra due e tre bar ed il gioco è fatto.

Adesso potrai godere in pieno di tutte le funzionalità dei tuoi termosifoni con la consapevolezza di poter ripetere l’operazione ogni volta che sarà necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Segnala Sito Gratis | Segnala Azienda Gratis | Inserisci Azienda Gratis | Directory Gratis | Segnala Sito Gratis | Segnala Azienda Gratis | Inserisci Azienda Gratis | Directory Gratis | Article Marketing | Inserisci Articolo Gratis | Pubblica Articolo Gratis | Inserisci Comunicato Stampa Gratis