Article Marketing Italiano

Inserisci comunicato stampa Gratis

Perché scegliere una caldaia a condensazione: risparmio in bolletta e incentivi fiscali

Prima di andare a scoprire perché le caldaie a condensazione di ultima generazione siano in realtà molto più convenienti (nonostante il prezzo più elevato) delle tradizionali caldaie a gas, vediamo come funzionano queste caldaie e cosa le distingue dalle caldaie ordinarie.

Perché le caldaie a condensazione consuma di meno

La novità interessante delle caldaie a condensazione riguarda il processo di smaltimento dei fumi di scarico.

Mentre nelle tradizionali caldaie a gas, i fumi di combustione dell’impianto vengono eliminati dal sistema di areazione della caldaia e quindi sono sostanzialmente sprecati.

Nelle caldaie a condensazione, il calore generato dalla condensazione del vapore acqueo dei fumi di scarico viene recuperato e utilizzato per riscaldare l’acqua che ritorna dai radiatori.

Ciò si traduce in una migliore efficienza energetica – la caldaia può operare su temperature più basse – e quindi minori consumi di gas.

Per farsi un’idea, basti sapere che una caldaia a condensazione operante a una temperatura di 75 gradi ha un rendimento di circa il 98%, mentre una caldaia tradizionale arriva appena al 92%.

Può sembrare questa una differenza marginale, ma nel lungo periodo questa migliore efficienza energetica permette di abbassare il costo della bolletta del gas di circa il 25%.

Inoltre, è bene tener presente che abbassando la temperatura della caldaia di una quindicina di gradi, il rendimento tende ad avvicinarsi al 100%, favorendo ulteriormente una diminuzione del consumo di gas.

Quanto costa una caldaia a condensazione?

Il costo tutto compreso fornitura e installazione caldaia a condensazione può variare da un minimo di 1.200 euro a un massimo di 2.500 euro.

Naturalmente il prezzo dipende dalla marca della caldaia (Vaillant, Baxi, Beretta, ecc) e dalle sue caratteristiche tecniche che dipendono dall’uso che ne dobbiamo fare.

Ma se prendiamo una buona caldaia di classe A in media dobbiamo mettere in conto di una spesa montaggio incluso di circa 1.400/1.500 euro.

Bonus caldaia 2021: sconto in fattura del 65%

Il Bonus caldaie 2021 prevede la possibilità di richiedere uno sconto in fattura del 65% per l’acquisto di una caldaia a condensazione di nuova generazione, mentre per l’installazione di modelli di caldaie inferiori alla classe A non è prevista nessuna detrazione fiscale.

L’aliquota del 65% è destinata unicamente agli impianti dotati di caldaie a condensazione di efficienza almeno pari alla classe A e contestuale installazione di sistemi termoregolazione evoluti in classe V, VI o VIII.

Le spese che sono ammesse al beneficio fiscale non si limitano alla spesa per l’acquisto della caldaia, ma comprendono tutte le spese che sosteniamo per installare la caldaia. Quindi sono incluse le spese per:
• smontaggio della caldaia da sostituire
• acquisto e posa della nuova caldaia
• eventuali opere murarie
• prestazioni professionali per sopralluoghi e modalità di intervento.

Quest’agevolazione fiscale permette di ridurre in modo drastico il costo di queste nuove caldaie a condensazione, rendendole competitive in termini di prezzo con le caldaie tradizionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Segnala Sito Gratis | Segnala Azienda Gratis | Inserisci Azienda Gratis | Directory Gratis | Segnala Sito Gratis | Segnala Azienda Gratis | Inserisci Azienda Gratis | Directory Gratis | Article Marketing | Inserisci Articolo Gratis | Pubblica Articolo Gratis | Inserisci Comunicato Stampa Gratis